Magazine Acisport | Puntata 1 – 2020

In questa puntata:

– Campionato Italiano Gran Turismo Endurance | Mugello
– TCR Italy | Mugello
– Campionato Italiano Sport Prototipi | Mugello
– Rally della Val d’Orcia | Campionato Italiano Rally Autostoriche Terra

ACI Racing Weekend
E’ il motorsport ad uscire vittorioso dal primo ACI Racing Weekend della stagione 2020, avviata proprio questo fine settimana sul circuito toscano grazie ai grandi sforzi di ACI e di ACI Sport che hanno messo a punto con il Governo normative e protocolli sanitari per contrastare la diffusione della pandemia di Coronavirus. Proprio nel rispetto di queste norme si sono disputate le prime gare della stagione, consentendo allo spettacolo di andare in scena in un contesto di massima sicurezza, e a porte chiuse, ma con tutte le gare in diretta tv e in streaming.

Dopo aver dominato le prove ufficiali, l’equipaggio composto da Drudi-Agostini-Mancinelli (Audi R8 LMS) ha conquistato la vittoria nella gara d’esordio del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance. I portacolori di Audi Sport Italia sono sempre stati al comando e sotto alla bandiera a scacchi hanno preceduto di appena 26 millesimi la BMW M6 GT3 di Comandini-Zug-Sims (BMW Team Italia) e di 10”99 la Lamborghini Huracan di Galbiati-Venturini-Postiglione (Imperiale Racing). Nella GT4 sono saliti sul gradino più alto del podio Gnemmi-De Castro-Pera (Porsche Cayman-Ebimotors) precedendo la BMW M4 (BMW Team Italia) di Guerra-Riccitelli-Neri e la Mercedes AMG GT4 di Magnoni-Schjerpen (Nova Race).

Gara2 del TCR Italy ha offerto grande spettacolo, con confronti ravvicinati in pieno stile turismo. La bandiera a scacchi ha sancito la prima vittoria nel TCR Italy per Damiano Reduzzi, su Hyundai del team Trico WRT, davanti all’argentino Franco Girolami, su Honda del team MM Motorsport, e a Marco Pellegrini, su Hyundai di Target Competition, che grazie al secondo posto di ieri balza al comando della classifica generale davanti a Salvatore Tavano e Reduzzi. Nella classifica TCR DSG, vittoria per il diciassettenne Alessandro Giardelli su Cupra, che si è imposto su Matteo Poloni, su Audi, e Carlotta Fedeli, su Volkswagen Golf.

Con la vittoria di gara 2 conquistata ancora una volta dalla prima staccata, Lorenzo Pegoraro ha inaugurato la nuova stagione del Campionato Italiano Sport Prototipi con un bis perentorio. Il pilota ternano, alfiere della Best Lap, ha infatti replicato la supremazia espressa già nella gara del sabato e limitandosi a gestire il margine sugli avversari fino alla bandiera a scacchi. Alle spalle del vicecampione 2018, il giovane Antoine Miquel (Ascari Driver Academy) riesce questa volta a capitalizzare il buon passo espresso nel weekend e firma la vittoria per la Coppe Rookie ed Under 25 con tanto di giro più veloce migliore anche della pole position. Federico Scionti (Scuderia Costa Ovest) coglie invece il secondo podio che lo porta in seconda posizione di campionato alle spalle di Pegoraro.

Il prossimo appuntamento con gli ACI Racing Weekend è fissato tra meno di due settimane, dal 31 luglio al 2 agosto, a Misano Adriatico.

Rally Autostoriche Terra
Sono Mauro Sipsz, Monica Bregoli e la Lancia Stratos a dominare il II Rally Val d’Orcia Storico, gara del debutto per il Campionato Italiano Rally Terra Storico 2020. La splendida vettura di II Raggruppamento ha incantato il pubblico sin dal taglio del nastro nell’appuntamento inaugurale della nuova serie nazionale firmata ACI Sport. Prima da start a stop grazie ad una prova esemplare della coppia Sipsz-Bregoli, già vincitrice dell’ultimo Trofeo Rally Terra 2019, che si candida così per la corsa al titolo italiano. L’evento organizzato dalla Radicofani Motorsport ha offerto spettacolo anche grazie alle storiche, partite appunto in testa al gruppo delle 101 vetture iscritte, che non hanno risparmiato polveroni e traversi sugli sterrati della provincia senese.
Prima quindi la Stratos, dietro tutte le altre. A partire dalla Ford Escort RS200 di Domenico Mombelli e Marco Leoncini. Il driver dell’Oltrepo’ Pavese ha ripreso subito nel migliore dei modi la sua nuova esperienza nella competizione e prova dopo prova è riuscito a ritrovare la quadratura della vettura dell’ovale blu già alla prima di Campionato, fino a centrare il secondo posto. Terzi sul podio Marcello e Luca Rocchieri. Anche loro sono partiti con qualche affanno di troppo con la loro Opel Kadett e hanno ripreso alla lunga il passo di gara fino a centrare la vittoria per il III Raggruppamento. Le selettive speciali del Rally Val d’Orcia hanno messo a dura prova le storiche. “Una vera battaglia” come ribadito al traguardo da Pietro Turchi che, affiancato da Carlo Lazzerini, ha compiuto un’autentica impresa riportando la sua Fiat 125 S di I Raggruppamento nel centro di Radicofani, con il quarto posto assoluto in tasca, nonostante i problemi alla pompa della benzina sofferti da metà gara in poi.